Nature boys da Nat King Cole passando per David Bowie a Lady Gaga … che c’entra Ascona ? C’entra Monte Verità naturalmente !!!

maxresdefault.jpg

Nature boy
There was a boy
A very strange enchanted boy
They say he wandered very far
Very far over land and sea
A little shy and sad of eye
But very wise, was he
And then one day
One magic day he passed my way
While we spoke of many things
Fools and kings
This he said to me
The greatest thing
You’ll ever learn
Is just to love
And be loved
In return

Lyrics by eden ahbez

I nature boys sono i Monteveritiani di Ascona cantati da David Bowie, Miles Davis, Lady Gaga, Elton John etc, etc :

eden ahbez, Nature Boy, nel video insieme a Nat King Cole

eden ahbez scrisse la canzone Nature Boy per Nat King Cole, nel 1948.

Chi è eden ahbez :

Ahbez è nato a Brooklyn, New York, da padre ebreo e madre scozzese-inglese, e ha trascorso i suoi primi anni nel Brooklyn Hebrew Orphan Asylum di New York.

Nel 1941 a Los Angeles inizia a suonare il pianoforte nell’Eutropheon, un piccolo negozio di alimenti biologici e ristorante di cibi crudi in Laurel Canyon Boulevard. Il caffè era di proprietà di John e Vera Richter, che seguivano una filosofia Naturmensch e Lebensreform influenzata dal movimento Wandervogel in Germania. Era vegetariano. Ricordava una volta dicendo a un poliziotto: “Sembro pazzo ma non lo sono. E la cosa divertente è che gli altri non sembrano pazzi ma lo sono”.

I loro seguaci, noti come “Nature Boys”, portavano capelli lunghi e barbe e mangiavano solo frutta e verdura cruda. Durante questo periodo, adottò il nome “eden ahbez”, scegliendo di scrivere il suo nome con lettere minuscole, sostenendo che solo le parole Dio e l’Infinito erano degne di capitalizzazione.

Ma cosa è la Lebensreform ?

Lebensreform

Riforma della vita è il termine generico per diversi movimenti di riforma sociale che dalla metà del XIX secolo provengono in particolare dalla Germania e dalla Svizzera. I tratti comuni erano la critica dell’industrializzazione o materialismo e urbanizzazione e la lotta per lo stato della natura. Il pittore e riformatore sociale Karl Wilhelm Diefenbach è considerato un importante pioniere delle idee di riforma della vita. I vari movimenti non avevano un’organizzazione generale, ma c’erano numerose associazioni. Se i movimenti riformatori della riforma della vita debbano essere classificati come moderni o come antimoderni e reazionari è controverso; entrambe le tesi sono sostenute.

Uno dei Guru della Lebensreform è Gustav Graeser, fra i fondatori di Monte Verità e maestro di Hermann Hesse :

Dopo gli spettacoli di danza e le recite a Schwabing, Gräser si trasferì da Monaco di Baviera a Berlino nel 1911 con la moglie e i sette figli in una roulotte che aveva costruito da solo con un serpente di legno sul tetto. “Fuori! Fuori! Fuori di qui! era scritto a lettere giganti sulla sua carrozza verde . All’interno del movimento Wandervogel della Lebensreform Graeser diviene una figura di spicco. La filosofia di Monte Verità : una ricostruzione politica, una terza via fra capitalismo e comunismo.

Herman Hesse, Isadora Duncan, Franz Kafka e Carl Gustav Jung erano Wandervögel.

Isadora Duncan , madre della danza moderna e pioniera del femminismo

Isadora Duncan e’ stata una danzatrice statunitense (San Francisco, California, 1877 o 1878 – Nizza 1927). Elaborò uno stile personale basato sulla piena libertà dell’espressione corporea. Sostenitrice della preparazione ginnica del corpo cui gradatamente sarebbe subentrata la danza, la Duncan influenzò profondamente l’evoluzione successiva del balletto. (Fonte: http://www.treccani.it/enciclopedia/isadora-duncan/)

Definita la fondatrice della danza moderna, l’immagine che Isadora cercava di riprodurre nelle sue danze, era l’onda, un’elegante fusione di luce, suono e passi di danza, che simboleggiavano la ciclicità e l’energia della natura, che continuamente si rigenera. Le sue idee, per molti aspetti rivoluzionarie ed in anticipo sui tempi, furono influenzate da una rielaborazione molto personale dei classici e delle opere di Nietzsche. I suoi spettacoli ispirati all’antichità greca e al periodo rinascimentale, in cui esordiva scalza, a chiome sciolte ed avvolta in pepli e veli fluttuanti, ebbero ben presto grande successo in tutta Europa.

In un’epoca in cui il balletto classico era prevalentemente dominato da etoile maschili, la Duncan dei virtuosismi e delle danze anticonvenzionali, che sembravano celebrare l’indipendenza e l’espressione di sé, era adorata dal pubblico femminile.
Era l’imbrunire del 14 settembre del 1927 quando, sulla Promenade des Anglais a Nizza, Benoît Falchetto, un pilota automobilistico italo-francese, offrì il posto del passeggero sulla sua Bugatti alla celebre ballerina. Nel salire sulla potente vettura, prima che la lunga sciarpa che le avvolgeva il collo si impigliasse nelle ruote dell’auto strangolandola, Isadora prese commiato dai suoi amici pronunciando una frase fatale, destinata a restare tristemente famosa:
Adieu, mes amis. Je vais à la gloire!
Ovvero “Addio, amici miei, vado verso la gloria!

VITA E ATTIVITÀ DI ANGELA ISADORA DUNCAN
Figlia di uno scozzese e di una irlandese, conobbe un’infanzia molto povera. Dopo aver studiato danza classica si liberò dei rigori accademici per seguire un insegnamento improntato ai principî di François Delsarte riguardanti l’armonia del corpo e del movimento. Si stabilì quindi a Londra con la famiglia e nel 1900 si recò a Parigi ove danzò in serate private su brani di musica classica.
A piedi nudi, vestita di una semplice tunichetta di tipo greco, si atteggiava in movenze che aveva studiato osservando i bassorilievi dell’arte ellenica. Con questo nuovo tipo di danza, detta “libera” o “naturale”, la D. intese proclamare una libertà di espressione dalle ferree regole accademiche e dagli artifici del balletto classico. La sua danza si diffuse presto in tutta Europa dove influenzò lo stesso balletto classico e l’evoluzione in atto dei balletti russi di S. P. Djagilev. La D. si servì di musiche non espressamente composte per la danza dando l’avvio al balletto sinfonico, portato poi avanti negli anni Trenta da L. Massine. D. si trovò tuttavia nell’impossibilità di insegnare una tecnica vera e propria a causa del suo carattere dispersivo e della discontinuità nell’ispirazione. Fu moglie prima di E. Gordon Craig, poi del poeta russo S. Esenin. Morì strangolata da una sciarpa impigliatasi tra le ruote della sua automobile in corsa. La D. scrisse molti libri, tra cui l’autobiografia My life. (Fonte: http://www.treccani.it/enciclopedia/isadora-duncan/)

Curiosità di Wikipedia: La data di nascita di Duncan è data per il 27 maggio 1878, il suo certificato battesimo pubblicato postumo risale al 26 maggio 1877. Eventuali documenti di convalida furono probabilmente distrutti nel terremoto di San Francisco del 1906. Vedi Stokes, Sewell. “Isadora Duncan”. Encyclopædia Britannica. Estratto il 28 maggio 2015.

Galleria Foto Isadora Duncan

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s